Categorie
autoriforma gli imperi della luna

L’anno che verrà

Augurio Speciale e Sempreverde (non solo) per giovani leoni

Un anno intenso

vissuto fino in fondo

un anno di lotte

sfide

vittorie

gioia

dolore

ostacoli per crescere.

Un anno pieno di coraggio

per gettarsi nella mischia

e sfidarsi fino in fondo

per misurare il valore

e superare i limiti.

E allora

un anno di cieli infiniti:

sole, tempeste

e spazi per volare

sempre più in alto.

Savane splendide e crudeli

per correre e ruggire

e sentir seguire il silenzio.

Profondità insondabili

per toccare il fondo

e risalire.

Impenetrabili oscurità

per imparare

che più scura è la notte,

più vicina è l’alba

e che c’è sempre

luce

dentro di noi.

VIVI!

Cerca e conosci te stesso

cerca la lotta e la sfida

guardando in faccia la realtà

senza perdere i sogni,

con coraggio ma senza arroganza

conquistando il rispetto

di te stesso:

quello degli altri verrà di conseguenza.

Senza pastoie di false morali

libero di vivere

senza rimpianti

perché i rimorsi si affievoliscono

il rimpianto, mai.

Perché la vita è

e dev’essere vissuta

per ciò che è:

una meravigliosa avventura

alla ricerca del Graal.

Un anno così

splendido e bruciante

Un anno per sapere

chi sei, cosa vuoi e dove vai

per morire e rinascere

per trovare

ciò che ancora ti manca

per essere un Uomo.

Un anno da ricordare.

Cyranaforever
Latest posts by Cyranaforever (see all)

Di Cyranaforever

"...io procedo e sono, in piena lucentezza, piuma di indipendenza, pennacchio di franchezza" (E.Rostand)
Cercavo la Via, ora sono in cammino.
Libertà di pensiero è il fil rouge di questa avventura umana, ma sicuramente lo sarà anche per le prossime.

6 risposte su “L’anno che verrà”

sono solo una povera mamma che ti dice: GRAZIE! Grazie della tua forza, del tuo coraggio che però io – sola – non so condividere! L’ho perduto tutto lungo la mia troppo lunga strada! L’ho perduto, quel tuo coraggio-che pure era stato il mio – dal quale non sono capace di lasciarmi sostenere! Il mio più grande “peccato! (detto alla cattolica che non sono… ma che rende l’idea) è sempre stato ed ancora è quello che si chiama ORGOGLIO! Fin qui, nella vita, l’ho sempre coltivato ed in qualche modo ho assecondato ciò che malvagiamente mi suggeriva!
Ora non posso più asserire, questo mio Orgoglio colpevole di impedirmi di cedere ed ora….Esso è sparito, proprio per la mia impossibilità di vivere per il futuro.. Ma non tu! Mia leonessa senza paura! Tu hai da insegnare, sopratutto a me, che bisogna prima accettare, ciò che la malasorte c’impone, ma subito, combatterla! Cha il Fato ti sia propizia, Figlia mia adorata!
mom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.