Categorie
angeli in pelliccia: fabbrichette di sorrisi

Asia, detta anche Spiletti

(nonché “la mia coinquilina” )

Mai conosciuta una gatta così! Un carattere fortissimo. Mamma l’ha definita guerriera e certamente lo era, ma non solo questo: era un personaggio, che spesso stupiva, una personcina che si è meritata il nostro rispetto, la nostra simpatia e il nostro amore pur non facendo assolutamente niente per ispirarli: semplicemente lei era così, prendere o lasciare.

Niente smancerie, tre carezzine le accettava ma poi…svelti a ritirare la mano prima che mordesse. Per lungo tempo abbiamo pensato che non sapesse miagolare, ma per esprimersi si esprimeva eccome! Strillava: un suono rauco e piuttosto sgradevole, come quando reclamava altra pappa, magari all’orecchio della mamma che ancora riposava, ma poi però in un paio di occasioni abbiamo scoperto che invece sapeva anche miagolare come tutti i gatti, ma poiché lei non era come gli altri gatti, in genere emetteva suoni che nelle nostre due vite già lunghette non abbiamo mai sentito.

Categorie
angeli in pelliccia: fabbrichette di sorrisi

Asia: la piccola, grande guerriera

Ti ho veduta, quella mattina di 3 anni e mezzo fa, comparire sul mio computer!

Nella fotografia vedo che nevica, a “larghe falde” come si usa narrare e tu, piccola, magra, tutta raggomitolata su quella seggiola di ferro…che aspetti…davanti a quella porta , chiusa ormai e che non si riaprirà mai più per te!

Una breve didascalia sotto la foto, con la tua triste storia d’abbandono. La tua vecchia “umana” è morta ed il figlio, chiusa quella porta dalla quale è appena uscito il feretro di sua madre, ha chiuso fuori te – piccola amica di giorni forse felici – gettata fuori, sulla strada!